SALVIAMO MINA, LA GRANDE QUERCIA 

               RASSEGNA TELEVISIONI E WEB
PIACENZASERA.IT
Nonna Quercia si fa più bella grazie a una coppia di treeclimbers
Questa mattina nella zona Oppiazzi di Castelvetro (Piacenza), sono arrivati due treeclimbers dal lecchese per una spettacolare manutenzione di Nonna Quercia, albero pluricentenario, simbolo dell’identità del territorio lungo il Po
TELECOLOR
La Grande Nonna Quercia si fa più bella
Temistocle Mutinelli e Mikael Pastore hanno potato i rami secchi e verificato la tenuta dei cavi di sicurezza posati negli anni scorsi.  “Un albero straordinario – hanno commentato i treeclimbers – come raramente se ne vedono. E noi ne seguiamo tanti, mi creda. Una pianta che merita il massimo rispetto per ciò che è: senza gli alberi non c’è vita”.
EASY NEWS ITALIA
Manutenzione per Nonna Quercia, intervento con i treeclimbers
Dotati di imbracature i due esperti hanno potato i rami secchi e verificato la tenuta dei cavi di sicurezza posati negli anni scorsi. A terra, invece, l’apparato radicale della “nonna”, del diametro di quasi 40 metri, è stato arricchito di una sostanza naturale biostimolante, per rafforzarne le funzioni e la vitalità.
LIBERO
Da Io Canto, Freeboys in concerto per la
Grande Quercia
Nella suggestiva cornice ai piedi della Grande Quercia, i Freeboys interpreteranno i loro brani inediti e le cover dei più importanti autori nazionali e internazionali.  Lunedì 26 agosto alle 21.30, a Castelvetro Piacentino si svolgerà il concerto gratuito diella boy-band considerata da molti gli "one direction" italiani.
TELECOLOR
I Freeboys cantano per la Grande Nonna Quercia
Lunedì 26 agosto a Castelvetro Piacentino si svolgerà un concerto gratuito dei Freeboys per sensibilizzare la popolazione sulla bellezza della natura e per testimoniare la loro solidarità verso l'intero territorio minacciato dalla costruzione del Terzo Ponte. A chi pensano che i teenager non hanno testa e cuore per le cose importanti, ci pensano i Freeboys, la più nota boy-band italiana che ha deciso di condividere la propria musica per la Grande Quercia.  
LA PROVINCIA. IT
I Freeboys cantano per Nonna Quercia
I Freeboys, trio di talentuosi ragazzi diventati famosi grazie alla trasmissione televisiva "Io canto" condotta su Canale 5 da Gerry Scotti, cantano per Nonna Quercia. L'appuntamento, ad ingresso libero, è per lunedì 26 agosto dalle 21.30 sotto la chioma dell'albero secolare di Castelvetro Piacentino. L'iniziativa ha come scopo la sensibilizzazione dei cittadini e la raccolta fondi per finanziare il ricorso al Consiglio di Stato, contro Centropadane e contro tutti gli enti che hanno autorizzato il progetto del Terzo Ponte.
SCOOPSQUARE
Gastone Biggi voleva inginocchiarsi
Il noto pittore, Maestro Gastone Biggi , ha fatto visita alla Grande Quercia  e ha suggerito di mettere un inginocchiatorio ai piedi della pianta secolare, proprio come fanno nei grandi parchi degli Stati Uniti , "per esprimere il grande rispetto di fronte a monumenti della natura come questi...."
LIBERO.IT
Il pittore Gastone Biggi
da Nonna Quercia
Il Maestro Bigi, accompagnato dall'assistente Giogio Kiaris, anch'egli valente artista, ha confessato che a causa degli orrori della guerra "gli uomini mi hanno deluso. Credo che il nostro futuro sia quello di fidarsi della Natura"
LIBERTA'.IT
Gastone Biggi da Nonna Quercia
"Sembra la cupola di Michelangelo". Il noto pittore Gastone Bigi, esperto di storia dell'arte, ha fatto notare ai presenti l'armonia della chioma rammentando che i grandi maestri dell'architettura gotica si ispiravano  alle venature e agli intrecci formati dai rami di questi magnifici alberi per studiare nuove tecniche di costruzione delle cattedrali.
PIACENZA 24
Gastone Biggi in visita a Nonna Quercia
Gastone Biggi, uno dei più quotati pittori italiani ha fatto visita alla Grande Quercia, simbolo della tutela del territorio del Grande Fiume.L'artista aveva donato una delle sue opere all'asta di beneficienza organizzata dagli amici della Grande Quercia. Egli ha esordito il suo incontro con l'albero chiedendo se non vi fosse un inginocchiatoio: "questo è il sentimento che provo quando incontro monumenti della natura come questi...."  
BRESCIAOGGI.IT
L'asta per Nonna Quercia raccolti 15 mila euro
Ieri, 21 aprile, sono state battute più di cento opere messe a disposizione dagli artisti. Il ricavato servirà a coprire le spese legali per il ricorso al Consiglio di Stato e quelle per l'attività di sensibilizzazione del Comitato per la difesa di un'area protetta e di interesse europeo che si estende intorno al fiume Po. Pittura, grafica, scultura, fumetto: vari i generi artistici delle opere che sono state vendute ieri e molto diverse dalle loro quotazioni di mercato le somme di denaro offerte da chi ha partecipato all'asta. .
BRESCIANEWS.IT
Raccolti 15 mila euro

15mila euro. Tanto, ma purtroppo non tantissimo, il denaro ricavato nell'asta benefica che si è tenuta ieri presso l'Hotel Master di Brescia a sostegno delle attività del Comitato  per salvare il territorio e una grande quercia secolare minacciati dalla realizzazione di un raccordo autostradale.
All'asta hanno partecipato importanti artisti e un paio di giocatori del Brescia Calcio, il capitano Marco Zambelli e Michele Arcari, che  hanno messo in vendita le loro maglie da gioco autografate. Battitore d'asta Francesco Boni che ha fatto di tutto per far aumentare le offerte ai compratori

CREMONA OGGI
Nonna Quercia contro il Terzo Ponte
Un altro passo verso l’obiettivo di 50mila euro è stato fatto dal comitato che lotta contro il progetto del Terzo ponte sul Po (sotto accusa le conseguenze per l’ambiente). Circa 15mila euro è la somma raccolta durante l’asta organizzata con l’aiuto di artisti di rilievo e personaggi pubblici che hanno donato opere o oggetti personali. Dall’asta ci si aspettava forse qualcosina in più, ma la crisi si sente in questi mesi pure nel mercato dell’arte. 
LIBERTA'.IT
Asta benefica, quasi 15 mila euro

Quasi 15mila euro per sostenere la lotta a difesa di Nonna Quercia. Ieri a Brescia si è tenuta un’asta con cento opere donate da artisti di tutta Italia, il ricavato servirà al comitato per proseguire con le azioni legali e per organizzare nuove iniziative di sensibilizzazione a tutela del territorio minacciato dal progetto "Terzo Ponte".

TELETUTTO
Un'asta per Nonna Quercia
Teletutto presenta l'iniziativa al tg, interviste a Omar Pedrini, Franco d'Aniello e Michele Arcari
CORRIERE DELLA SERA.IT
Arte all'asta per salvare Nonna Quercia
Il Comitato della Grande Quercia raccoglie fondi per i ricorsi. Il progetto di una bretella autostrale di oltre 12 km e un ponte sul Po minaccia la sopravvivenza di siti ambientali di interesse comunitario e di una quercia  di oltre 300 anni. L'asta per salvare il territorio si terrà domenica 21 aprile a Brescia, presso l'hotel Master. Oltre 100 opere di artisti blasonati andranno ai migliori offerenti. L'iniziativa è realizzata in collaborazione con Arteinvestimenti e Telecolor
TELECOLOR GREEENTEAM
Si mobilita il fronte per salvare Nonna Quercia
Cento artisti per salvare la Grande Nonna Quercia, la secolare e famosa pianta di Castelvetro Piacentino. A scendere in campo, è proprio il caso di dirlo, non solo l’arte, ma anche il mondo del calcio: il portiere e il capitano del Brescia hanno infatti donato maglia e guantoni. Ad appoggiare fin dall’inizio questa battaglia ci sono il cantautore Omar Pedrini e il flautista dei MCR Franco D’Aniello.
L'ECO DELLE VALLI
Un'asta per salvare la Grande Nonna Quercia
Il 21 aprile, presso l’Hotel Master di Brescia, si svolgerà un’asta d’arte contemporanea finalizzata alla raccolta fondi promossa dal Comitato che, 3 anni fa, ha risposto all'appello di una meravigliosa e plurisecolare quercia, diventata simbolo di tutta l’area padana del Po. I fondi copriranno le spese legali del ricorso al Consiglio di Stato per salvare il territorio dalla costruzione di una bretella autostrale inutile e costosa. Ampia e generosa adesione di noti maestri d'arte, artisti del calibro di Omar Pedrini, Franco d'Aniello del MCR e i giocatori Michele Arcari e Marco Zambelli del Brescia calcio. 
BRESCIAOGGI.IT
Quadri per sostenere la Nonna Quercia
Per una volta sarà l'arte a mettersi al servizio della natura e non viceversa. Cento opere di arte contemporanea saranno battute all'asta per finanziare le spese sostenute a tutela di un'area protetta e di pregio che si estende sulle rive del Po, tra Cremona e Piacenza. I maggiori pittori bresciani e alcuni tra i più famosi e quotati maestri d'arte del Paese hanno messo le loro produzioni artistiche a disposizione del «Comitato per la Grande Nonna Quercia.
LA PROVINCIA DI CREMONA.IT
Artisti in campo per Nonna Quercia
L'asta benefica organizzata dal Comitato per la Grande Quercia ha come obiettivo la raccolta fondi necessari per sostenere le spese legali del ricorso al Consiglio di Stato. Testimoni dell'iniziativa i musicisti Franco d'Aniello dei Modena City Ramblers e Omar Pedrini, oltre a due nuovi amici d'eccezione: il portiere del Brescia calcio Michele Arcari (di Annicco - Cr) che metterà all'asta la sua maglia e i guantoni autografati, e il capitano della squadra Marco Zambelli che donerà la sua maglia. Tra gli artisti che hanno donato le proprie opere, molti grandi nomi: Marco Lodola, Gastone Biggi, Renato Mambor, Franca Pisani, Elena Muttinelli, Giogio Kiaris....
QUI BRESCIA
L'arte all'asta per salvare la natura
Oltre 100 opere di arte contemporanea saranno battute da Franco Boni di Arteinvestimenti domenica 21 aprile. L'iniziativa è organizzata dal Comitato per finanziare le ingenti spese legali e informative a tutela di alcune aree protette dall’Unione Europea lungo il Po, tra Cremona e Piacenza, sotto il simbolo della Grande Nonna Quercia, una meravigliosa pianta plurisecolare padana.
LIBERO 24X7
Asta di beneficienza per Nonna Quercia
Il Comitato della Grande Quercia ha organizzato per domenica 21 aprile un'asta di beneficienza il cui ricavato sarà interamente destinato alla copertura delle spese legali per salvare l'albero monumentale minacciato dalla costruzione dell'autostrada "Terzo Ponte".   
LOMBARDIA NEWS
Asta di beneficienza per raccogliere fondi
Per salvare la Grande Nonna Quercia, in pericolo per la costruzione dell'infrastruttura denominata "Terzo Ponte", il Comitato ha organizzato un'asta benefica di opere d'arte contemporanea, in collaborazione con Arteinvestimenti e Telecolor. Hanno aderito con grande generosità artisti da tutta Italia. 
CREMONA OGGI
Un'asta di beneficienza per salvare Nonna Quercia
Molti grandi artisti e mercanti italiani hanno aderito all'iniziativa donando opere d'arte che saranno aggiudicate nel corso dell'asta del prossimo 21 aprile 2013 . I fondi raccolti serviranno per coprire le spese legali dei ricorsi.
IL VASCELLO
Centropadane non è affidabile
Il flop della "corda molle": previsti 80.000 veicoli al giorno ma ne circolano solo 4.400
Dario Balotta, responsabile dei trasporti di Legambiente Lombardia, afferma senza mezzi termini che Centropadane  si ostina a portare avanti progetti inutili, costosi e dannosi per il territorio, come il Terzo Ponte, l'autostrada Cremona-Mantova e il raccordo autostradale tra Ospitaletto e Montichiari, senza avere alcuna garanzia di rinnovo della concessione scaduta e con il rischio di non recuperare i soldi spesi.
CORRIERE DELLA SERA.IT
Il rebus del Terzo Ponte
Ancora in sospeso il progetto che per gli ambientalisti avrà un effetto devastante sull'area golenale. Per il Presidente della Provincia l'opera è indispensabile, per il Sindaco Oreste Perri forse si poteva pensare a qualcosa di diverso. Per Legambiente, che sottolinea anche il parere fortemente critico dato dalla Regione Emilia, nel cui territorio si troverebbero i tre quarti del tracciato, «quel raccordo è l' ennesima aggressione alla campagna del Po e non accorda benefici rilevanti alla mobilità di merci e persone, avendo invece effetti devastanti su alcuni degli ambienti più pregiati del fiume».
LA PROVINCIA DI CREMONA Nella riunione in Provincia si decide di chiedere un incontro con Monti per sciogliere il nodo della concessione A21
LABORATORIO URBANO DI CIVICA INIZIATIVA
Esegesi e filosofia di un'intervista
LUCI propone un'analisi critica di un'intervista rilasciata dal direttore di Centro Padane al periodico Il Piccolo. Francesco Acerbi sostiene la necessità di costruire strade e autostrade a prescindere dall'opinione di esperti urbanisti, ecologisti, medici, docenti universitari, esperti di mobilità, e naturalmente a prescindere dalla reale necessità  legata ai flussi di traffico.  
IL VASCELLO
Il caso
I dati reali sul traffico, garantiti dalla Regione Romagna, smentiscono l'utilità del terzo ponte. Un'analisi dettagliata e aggiornata dei flussi di traffico dimostra come l'80% dei veicoli non utilizzerà l'infrastruttura che s'intende costruire e che costerà oltre 200 milioni di euro.  L'articolo è verso il fondo dell'home page.
CREMONA OGGI
Ecco perché la Grande Quercia va salvaguardata
Elisabetta e Paola scrivono al Direttore: "Il nostro territorio è sempre più sfruttato, ma bisogna mettere un freno a tutto ciò e pensare che noi non siamo gli unici a vivere su questo pianeta..." e a proposito della Grande Quercia: "Vorremmo ricordare che si tratta di uno dei pochissimi esemplari secolari che è rimasto nelle nostre zone. Per questo motivo andrebbe rispettato e tutelato e non messo da parte per la costruzione di un ponte che porterebbe un ulteriore inquinamento..."
WELFARE NETWORK
Terzo Ponte e CNA
Lettera al Direttore di LUCI Cremona: "La crisi economica dovrebbe essere l'occasione per ripensare al nostro sistema economico, sociale ed ambientale""...nessuno si sognerebbe mai di recarsi da un imprenditore e spingerlo in un investimento al buio, senza un progetto che ne delinei con un certa sicurezza i costi ed i guadagni ottenibili. Sarebbe assurdo che a questo imprenditore si dicesse: "intanto costruisci, poi si vedrà...Ma questo è quello che si sta verificando oggi, specularmente, sul nostro territorio.
CREMONA DEMOCRATICA
L'inutile Ponte sul Po che conduce verso
gli affari di pochi
Lucido commento di Paolo Zigliani al servizio-inchiesta andato in onda ieri su RaiNews:
".. .terzo ponte sul Po che convince finora soprattutto i suoi possibili autori, poiché attua un modello di sviluppo in stile anni ’50 quando i flussi di traffico necessari a giustificarla non risultano e di richieste per insediamenti di nuove aziende che possano beneficiare di una simile infrastruttura nemmeno se ne vede l’ombra." 
"Curiosamente dopo 11 anni di progettazione e procedure burocratiche e autorizzative al terzo ponte manca solo il cantiere e non si sa chi lo avvierà, né se ci saranno i soldi
RAI NEWS
servizio inchiesta
Terzo Ponte
Rai News ha realizzato e trasmesso un servizio-inchiesta sul Terzo Ponte e la Grande Quercia. Oltre 20 minuti di interviste, documenti, immagini e testimonianza sul campo.
WELFARE NETWORK
Il Joyful Gospel Choir per
Nonna Quercia

Al Castello  di Padernello (BS)  sono giunte oltre 250 persone . La serata è stata caratterizzata da un clima emozionante: le radici della Grande Quercia hanno raggiunto anche i cuori dei bresciani presenti. La Grande Quercia, simbolo di bellezza e di armonia, è stata ricordata anche da Brunella Mazzola, direttore del Joyful Gospel Choir, che ha sottolineato l'importanza di tutelare questo albero secolare. Durante lo spettacolo sono state proiettate diverse slide: testi delle canzoni, immagini suggestive della natura e del coro, ospite sotto la chioma della farnia di Castelvetro piacentino la scorsa estate.Il coro ha eseguito brani del repertorio classico del Gospel e inediti scritti per i Joyful Gospel Choir. Inoltre il gruppo ha suonato con diversi musicisti ospiti, in particolare due giovani talenti bresciani: i fratelli Matteo e Andrea Corvaglia (16 e 12 anni). Gli "Amici della Grande Quercia" hanno sottolineato l'importanza della rete della vita: siamo tutti interconnessi e in virtù di questo la Quercia e il Castello rappresentano un modello etico e  culturale basato sul principio della sostenibilità e del rispetto della Natura.

WELFARE NETWORK
Il  Joyful Gospel Choir canterà per la Grande Nonna Quercia

Si esibirà sabato, 28 gennaio 2012, alle ore 20,30, nel Castello di Padernello (Borgo S.Giacomo – BS), il JOYFUL GOSPEL CHOIR, un coro di oltre 30 elementi + alcuni musicisti, in un coinvolgente repertorio Gospel.
Il concerto, con ingresso libero e aperto a tutti, vuole essere uno speciale momento di solidarietà con la Grande Nonna Quercia, un meraviglioso albero plurisecolare che vive nella campagna di Castelvetro piacentino (PC), vicino a Cremona, diventato da due anni un simbolo nella Pianura Padana e nel Paese per riflettere sul valore assoluto dell’identità e della bellezza di un territorio, che si interroga su quale modello di sviluppo deve seguire, senza – come al solito – devastare il paesaggio e l’ecosistema.

LA PROVINCIA ONLINE
Contro il Terzo Ponte una scuola all'aperto
Se il terzo ponte non si farà, sarà per il pronunciamento del Tar ma anche per «tenere vivo un sogno»: aprire una scuola per bambini fondata sul pensiero ecologico. Una scuola dove fare lezione all’aperto, insegnare cos’è la circonferenza abbracciando una quercia e imparare l’aritmetica contando i cigni. Può esserci una scuola così sotto le arcate, i piloni, i Tir e l’asfalto di un ponte?
LIBERO 24X7
Il primo traguardo
Una serie di articoli con le ultime notizie sulla Grande Quercia
SALVIAMO IL PAESAGGIO
Grande Nonna Quercia: una favola per l'ambiente
Il Forum italiano dei movimenti per la terra e il paesaggio propone in forma integrale l'articolo di Nando dalla Chiesa pubblicato su "Il Fatto Quotidiano"
IL FATTO QUOTIDIANO
Grande Nonna Quercia:
una favola per l'ambiente
Un articolo molto toccante, scritto da Nando Dalla Chiesa, sulla favola di Nonna Quercia: dall'uomo buono che l'ha fatta nascere, ai bambini che vengono a trovarla, alle istituzioni che sostengono un progetto che "violenta le bellezze delle loro terre", agli indirizzi ambientali dell'Unione Europea calpestati, agli interessi che vi stanno dietro e ai tanti amici che la difendono.
PIACENZA SERA
Nonna Quercia, raccolta oltre 1000 euro per le spese legali
“E’ un piccolo risultato, rispetto alle necessità (che supereranno i 50.000 €) dichiara Franco D’Aniello (MCR), presidente del Comitato – quasi una piccola goccia, ma la storia della Grande nonna Quercia dimostra che è dal poco, vissuto con coerenza e convinzione ogni giorno, che si arriva al molto.”
Poche settimane fa è stato depositato un documento di 110 pagine, che integra con motivi aggiunti le argomentazione alla base del ricorso al Tar di Roma. In particolar modo, viene impugnato il Decreto del Ministero delle Infrastrutture del 30/08/11 in cui viene di fatto completato l’iter per l’intesa Stato-Regioni, che dovrebbe il via libera alle fasi di progettazione esecutiva dell’infrastruttura denominata Terzo ponte.
CREMONA OGGI
Nonna Quercia raccolta fondi e novità Tar
Un primo piccolo risultato sul fronte della raccolta fondi. Depositati al Tar i motivi aggiuntivi in un documento di 110 pagine dove vengono evidenziati clamorosi errori di forma e sostanza, oltre che l’impossibilità di reperire alcuni documenti formali alla base della decisione. Ma la notizia più rilevante è il fatto che alcuni enti, che hanno fatto pervenire il loro parere ben dopo la chiusura della Conferenza dei servizi (2/12/10), hanno lamentato la mancata ottemperanza di quasi tutte le prescrizioni nel progetto definitivo (Ministero Ambiente), nonché la mancanza di alternative progettuali a quella pubblicata (Regione Lombardia). 
TELECOLOR
spot raccolta fondi
L'appello del Comitato La Grande Nonna Quercia Mina il Terzo Ponte, a favore della raccolta fondi per le spese legali del ricorso al Tar.
PIACENZA SERA
Grande Nonna Quercia diventa un libro e "mina" il Terzo Ponte
Il libro nasce dal gruppo “Gli Amici della Grande Nonna Quercia”, impegnato da quasi due anni nell’opera di informazione sulla nuova autostrada denominata “Terzo ponte”, che dovrebbe attraversare il Po e la campagna piacentina fino alla farnia plurisecolare. La pubblicazione si concentra sull’importanza vitale che ha la tutela del territorio nell’identità delle comunità locali e nella qualità della vita, presente e futura, di ogni uomo. Sia sul piano psicofisico, sia su quello intimo e spirituale.
 A partire dai bambini, ovvero coloro che sono più vicini al cuore della terra, ai quali il libro parla attraverso disegni e piccole storie che hanno per protagonisti gli animali che vivono sotto la chioma della Grande nonna Quercia
IL VASCELLO
Nonna Quercia è ora anche un libro
E' l’ultima iniziativa che la Nonna Quercia di Castelvetro piacentino, diventata un simbolo dell’intero territorio intorno al Grande Fiume, propone ai cremonesi.Una pubblicazione esclusiva, ottima strenna natalizia, di formato quadrato (21x21), 44 pagine a colori e bellissime fotografie a tutta pagina, disegni e microstorie per bambini che trasmettono l'emozione davanti alla Bellezza della Natura, e suscitano il desiderio di visitare, amare e tutelare questi luoghi, in molti casi compromessi dall’incapacità dell’uomo di immaginare un futuro degno.
CREMONA OGGI
Un libro dedicato a Nonna Quercia:una favola vera

La Grande Nonna Quercia è ora anche in un libro. Con fotografie, disegni e microstorie per bambini, la lettera-appello dell’albero monumentale e aforismi sulla relazione profonda che lega l’uomo alla Natura. Una sorta di “dietro le quinte”, che svela a tutti coloro che l’hanno conosciuta, quali sono i valori e lo stile alla base della vicenda della “Quercia più famosa d’Italia”, come è stata battezzata da alcuni. I contributi raccolti con la distribuzione del libro serviranno per pagare le spese legali del ricorso al Tar

IL RESPIRO
Nonna Quercia, la speculazione incombe. Per salvarla ricorso al Tar: servono aiuti.
Si fa aspra la battaglia per la salvezza di Nonna Quercia e assurta a simbolo dell'opposizione civica alla costruzione di un tratto di tangenziale avvertito come inopportuno fra Cremona e Castelvetro Piacentino. Il progetto include anche la realizzazione di un terzo, colossale, ponte sul Po. La colata di cemento sconvolgerebbe gli ecosistemi della golena del Po, distruggendone le più importanti forme di vita, in nome di un'iniziativa costosissima e del tutto superflua, dato che non si registra - né sono stati effettuati studi in merito - una particolare congestione di traffico in quella zona, tale da incoraggiare una simile speculazione.  Inoltre, i lavori imporrebbero l'abbattimento di Nonna Quercia, il sacrificio di un monumento naturale di incredibile bellezza e valore che sorge proprio sul cammino di questo scempio, assegnato in appalto alla Società Autostrade Centro Padane con il placet di Regione e enti locali, mentre la Regione Emilia Romagna sembra porsi qualche dubbio sulla sua opportunità. Da tempo intanto i cittadini, si sono costituiti in comitato e in questo momento stanno raccogliendo fondi per sostenere le spese del ricorso al Tar. 
PAOBLOG
La Grande Nonna Quercia ha bisogno di te

Pochi giorni fa è nato il nuovo comitato “LA GRANDE NONNA QUERCIA MINA IL TERZO PONTE”per raccogliere fondi per pagare le ingenti spese legali, necessarie per il ricorso al TAR, promosso contro la realizzazione del Terzo Ponte. Del comitato fanno parte liberi cittadini, non interessati dagli espropri, che hanno a cuore il territorio e la Grande Nonna Quercia. Ne fanno parte anche FRANCO D’ANIELLO dei MCR, in qualità di presidente, il cantante OMAR PEDRINI e DON BRUNO BIGNAMI, presidente della Fondazione “Don Primo Mazzolari”.Se puoi, dona un contributo per questa causa, anche piccolo. Lo puoi fare sui nostri siti Terzo Ponte e Salviamo Nonna Quercia,  dove trovi le istruzioni

TELECOLOR
l'appello della
Grande Nonna Quercia 
La Grande Nonna Quercia chiede un contributo per affrontare le spese legali necessarie per proseguire nel ricorso al Tar, in difesa del territorio

CREMONA OGGI

Fai: Terzo Ponte danno paesaggistico
Il Fondo Ambiente Italiano boccia con fermezza il Terzo Ponte sul Po. Nella scheda del Fai (consultabile all’indirizzo web www.fondoambiente.it) si legge: "...grave danno paesaggistico, anche conseguenze negative sull’ambiente e sul territorio: sottrazione di ampie aree agricole destinate a coltivazioni specifiche e conseguente danno per aziende agricole e cascinali tipici dell’architettura rurale piacentina; modifica del tracciato del fiume Po, distruzione di siti di interesse comunitario e di zone di protezione speciale, perdita di 1.000 ettari di habitat di pesci e uccelli tutelati. Il tracciato, oltre a tagliare in pieno Castelvetro Piacentino passando a ridosso delle abitazioni, attraverserebbe una zona di grandi insediamenti industriali a rischio». E in un’altra sezione Fai, quella sui ‘Luoghi del cuore’, trova spazio anche nonna quercia ‘Mina’: è al 272° posto nella classifica delle realtà di pregio da tutelare. 
ILGIORNO.IT
Quercia secolare sul Po a rischio. Vogliono abbatterla per un nuovo ponte
Estratto da un articolo apparso su Il Giorno. Un'opera faraonica che comprende la costruzione di un tratto autostrale e di un ponte ad arco sul Po che sarà il più lungo d'Europa. Perplessità dei cittadini, esclusi da ogni tipo di discussione, e della Regione Emilia Romagna che evidenzia la mancanza di un reale studio sui flussi di traffico e alternative a minor impatto ambientale. Totale sconvolgimento di un'area naturalistica di pregio protetta dalla Comunità Europea. Mina, la Grande Nonna Quercia è diventata il simbolo di questa lotta. Nasce il comitato per la raccolta fondi necessaria al pagamento delle spese legali per il ricorso al Tar del Lazio.
CREMONA OGGI
Luca Mercalli si schiera in difesa di Nonna Quercia
Con una lettera chiara e appassionata il noto climatologo e meteorologo di "Che tempo che fa" si schiera in favore di Nonna Quercia.: "...desidero aggiungere il mio nome tra i sostenitori dell'iniziativa a tutela del territorio....è indispensabile lottare con intelligenza e passione ..... dicendo un grande NO allo spreco di risorse e di suolo e un grande SI’ a una vita più sobria e consapevole, meno sprecona e, probabilmente, più felice...."
BARBATUSTIROLESE
I due alberi Mammut Baobab e Nonna Quercia di Castelvetro
Dai Mammut dell'Alto Adige a Nonna Quercia. Lungo e interessante contributo sul questo blog in difesa dei grandi alberi monumentali italiani. La storia di Nonna Quercia e gli abbracci di amici famosi come Omar Pedrini e Franco dei MCR.
CREMONA OGGI
Il Live anni '70 di Omar Pedrini
"....Questo sarà il nostro hippy hour." Comincia così il concerto di Omar Pedrini per salvare la Grande Quercia. Oltre 400 gli spettatori entusiasti che hanno applaudito anche l'annuncio che sta per essere costituito un Comitato per salvare la Grande Nonna Quercia e l'Isola del Deserto dal Terzo Ponte sul Po. Ne faranno parte anche Franco dei Modenaa City Ramblers e Don Bruno.
RAI MUSIC
Omar Pedrini acoustic live in onore della Grande Nonna Quercia
Un concerto gratuito di Omar Pedrini per sensibilizzare la popolazione nei confronti della bellezza della natura e per tutelare il territorio del grande fiume.
TELECOLOR
Il silenzio insegna

In motonave da Cremona per attraversare il Po fino all'Isola del deserto, collegando in un grande abbraccio la Grande Quercia all'Isola del Deserto, un'area naturalistica meravigliosa, anch'essa a rischio per il passaggio del Terzo ponte. Il silenzio di questa oasi protegge la vita di molte specie di uccelli miratori. Ospiti d'eccezione i musicisti Omar Pedrini, Serafino Tedesi degli Archimia, Franco dei MCR e il prof. Riccardo Groppali, ornitologo.

RSI - TELEVISIONE SVIZZERA
l'oasi minacciata dal Terzo Ponte
Anche la Televisione Svizzera è sensibile al futuro dell'Isola del Deserto e della Grande Nonna Quercia. In questo servizio il sopralluogo ai territori incontaminati minacciati dal progetto del Terzo Ponte e interviste a Riccardo Groppali, direttore del Parco Adda Sud e a Simone Mazzato del Comitato in difesa della Grande Nonna Quercia 
NOTIZIE ME
Da Nonna Quercia all'Isola del Deserto
Video con interviste a Omar Pedrini, lo scienziato Groppali, Franco dei MCR e Serafino degli Archimia. Tutti in barca con gli amici di Nonna Quercia per visitare l'Isola del Deserto, area tutelata dalla CE e a rischio per il progetto di un'autostrada che attraverserà il Grande Fiume.
POPON
Omar Pedrini e l'arte di abbracciare le piante
Simone Arminio intervista Omar Pedrini riguardo il concerto gratuito che si terrà il 22 luglio a Castelvetro Piacentino, in onore di Nonna Quercia: "quello per l'ambientalismo è un dovere e un piacere che porto avanti da vent'anni....nella mia raccolta La capanna dello zio Rock c'è una dedica a mia madre che mi ha insegnato ad amare la musica e ad abbracciare gli alberi...." A fine anno pronto il nuovo CD.
E-COOP
Omar Pedrini in acoustiv live
Sul portale della Coop un banner con l'annuncio del concerto in acoustic live di Omar Pedrini che si terrà il 22 luglio a Castelvetro piacentino, sotto la chioma della Grande Nonna Quercia. Ingresso gratuito.
PIACENZA 24
Omar Pedrini allestirà la capanna dello Zio Rock sotto Nonna Quercia
Omar Pedrini, ex Timoria, ha abbracciato la causa di Nonna Quercia: Il 22 luglio alle 21.30 concerto gratuito sotto la grande chioma dello splendido esemplare. Il noto musicista presenterà i brani del suo ultimo CD La capanna dello zio Rock.
CREMONA OGGI
Musiche irlandesi sotto Nonna Quercia, con i Celtica e
Franco dei Modena
Venerdì 8 luglio i Celtica e Franco dei MCR hanno proposto le musiche della tradizione irlandese, spaziando dalle melodie rinascimentali alle rielaborazioni di brani più recenti. Suggestive le foto della serata.
TVP ITALIA
Omar Pedrini acoustic live
Straordinario appuntamento artistico in onore di Nonna Quercia, ambasciatrice della salvaguardia del territorio e dell'ambiente padano.
CREMONA OGGI
Omar Pedrini a Castelvetro sotto Nonna Quercia per tutelare il Grande Fiume
Ingresso gratuito al concerto del prossimo 22 luglio, offerto da Omar Pedrini per tutelare la natura e il Grande Fiume coinvolti nella inutile e dannosa realizzazione dell'autostrada Terzo Ponte.
AUDIOCOOP
Omar Pedrini: live per salvare Nonna Quercia
La musica torna sotto la chioma di Nonna Quercia con un ospite d'eccezione: Omar Pedrini, testimonial dell'iniziativa. La sensibilità di Omar per la natura emerge anche dal suo ultimo cd dedicato alla mamma che gli ha insegnato ad amare la musica e ad abbracciare gli alberi.
IL PUNTO STAMPA
Omar Pedrini acoustic live
Concerto di Omar Pedrini sotto la chioma della Grande Quercia per tutelare la natura e il Grande Fiume coinvolti nella realizzazione dell'autostrada Terzo Ponte.
WIKIO NEWS
Omar Pedrini: acoustic live a Castelvetro Piacentino
il 22 luglio Omar Pedrini sarà protagonista di un concerto gratuito per sensibilizzare la popolazione sulla bellezza della natura  e per tutelare il Grande Fiume
IL VASCELLO
La Grande Quercia minerà la realizzazione del Terzo Ponte
Annunciato un clamoroso ricorso al Tar. L'organizzazione degli Amici di Nonna Quercia ha già rallentato la realizzazione del Terzo Ponte. L'Europa vuole vederci chiaro e chiede approfondimenti al Ministero dell'Ambiente e al Ministero dei Beni Culturali.
PIACENZA 24
Le iniziative di luglio con
Nonna Quercia
Con l'obiettivo di richiamare l'attenzione sullo splendido esemplare di Nonna Quercia e l'area golenale del Po a rischio per la progettata costruzione delll'autostrada, ripartono le iniziative aperte a tutti, con un programma che per il momento offre un concerto di musica irlandese, un doppio appuntamento con gli astrofili cremonesi e il concerto del noto quartetto d'archi, gli Archimia.
E-COOP.IT
Musica, arte e natura per salvare la Grande Nonna Quercia
Una bella sintesi dell'articolo apparso sulla pubblicazione della Coop. Ripartono le iniziative sotto la Grande Nonna Quercia con un ricco calendario per il mese di luglio.
PIACENZASERA.IT
Nonna Quercia sul palco del concertone per il I maggio
Nonna Quercia a Roma, sul palco del concertone per il I maggio. Franco d'Aniello dei Modena City Ramblers indossa la maglietta di Nonna Quercia durante l'esibizione della band.
TELECOLOR
Modena City RamblE-ers da
Nonna Mina
Anche i Modena City Ramblers conquistati dalla storia di Nonna Mina. Il gruppo rende un omaggio musicale alla Quercia secolare e testimonia il proprio sostegno al comitato dei cittadini e all'ambiente.
TELECOLOR
botanici tree climber
Nonna Mina sta bene. Con la tecnica del tree climbing due botanici, Paolo Bettio e John Sonato, si sono presi cura della Quercia effettuando un trattamento di manutenzione. 
TGCOM.IT
Proteggiamo Mina, la Quercia secolare
"Sleeping help nature" con Tessa Gelisio per salvare Mina, una quercia centenaria, un'opera naturale degna d'essere tutelata...non si chiede il blocco delle opere ma...una valutazione più attenta...per far convivere il progresso con  il rispetto della natura.!
TELECOLOR
Il Terzo Ponte non è prioritario per gli industriali di Cremona
L'Associazione Industriali di Cremona, in un documento sulle prospettive di sviluppo del territorio, elenca i punti centrali per rilanciare l'economica e sottolinea le infrastrutture necessarie da realizzare. Il famigerato Terzo Ponte non è indicato tra gli obiettivi strategici. Il mondo industriale non ritiene il progetto prioritario.
LIBERO.IT
Nonna Quercia o raccordo?
Scatta il sit-in per salvare Mina, la Nonna delle querce padane. Si svolgerà in notturna, una vera e propria veglia che durerà 24 ore su 24. Ideatrice della manifestazione Tessa Gelisio, la nota conduttrice televisa di Pianeta Mare.
TELECOLOR
intervista prof. Carlo Baroncelli dell'Università Cattolica di Brescia
Carlo Baroncelli illustra il percorso della bretella autostradale chiamata Terzo Ponte, che collega l'A21 in zona Oppiazzi (Castelvetro piacentino) a Cavatigozzi (Cremona) e commenta gli effetti devastanti sull'ambiente.
TELECOLOR
assemblea pubblica Cavatigozzi
Presentato il progetto Terzo Ponte alla cittadinanza nel corso di un'assemblea molto accesa: un progetto senza logica, mancano i flussi di traffico e i dati economici, sollevato il dubbio sul conflitto d'interessi, biodiversità e aree tutelate a rischio.
TELECOLOR
presentato il progetto definitivo del Terzo Ponte
In Provincia a Piacenza, presentazione ufficiale del progetto definitivo. Piccole e non sostanziali modifiche rispetto all'edizione precedente, restano l'elevato e grave impatto ambientale e il rischio d'incidente rilevante. Interviste al direttore di Centro Padane, Francesco Acerbi, e a Patrizia Barbieri, assessore al territorio della Provincia.
TELECOLOR
ptcp piacentino
Patrizia Barbieri, assessore al territorio della Provincia di Piacenza, contraria al progetto Terzo Ponte, favorevole ad alternative. Perplesso anche il Sindaco di Castelvetro Piacentino, Francesco Marcotti.
TELECOLOR
intervista arch. Terzi
L'alternativa al progetto del Terzo Ponte, progettata nel 1995 dall'arch. Massimo Terzi: "Terzo ponte...grande sconquasso per il territorio..."
RAI 3 LOMBARDIA
L'appello dei cittadini e degli intelletuali
La protesta degli abitanti di Castelvetro Piacentino: una nuova autostrada mette a rischio la vita di Nonna Quercia, una delle più antiche della zona.
Esistono alternative meno impattanti sull'ambiente. Ampia adesione su Facebook.
ITALIA 1 - STUDIO APERTO
Nonna Quercia chiede aiuto
A Castelvetro Piacentino, una quercia secolare, riconosciuta dal Corpo Forestale come albero monumentale, chiede di essere salvata dalla costruzione di un'autostrada.
TELECOLOR
Isola del Deserto
Preoccupazione per l'Isola del Deserto, area tutelata dalla Comunità Europea (ZPS e SIC) per la conservazione di vegetazione e fauna (nidificazione uccelli). Il Terzo Ponte attraverserà proprio questa area perdendo la funzione di oasi per gli animali . Intervista a Fabio Guerreschi (Il Nibbio)
LICIA COLO'
Una voce per Nonna Quercia
Licia Colò si schiera a favore di Nonna Quercia e raccoglie le opinioni di molti cittadini.
"...la mancanza di rispetto verso Nonna Quercia, e per tutti gli altri Saggi di un territorio, sia un chiaro atto di stupidità, soprattutto un atto inutile, rispetto a infrastrutture che non servono.
Un atto di masochismo puro, verso la nostra identità di esseri umani che vivono in un luogo."
CORRIERE DELLA SERA.IT
Nonna Quercia
Nonna Quercia, pianta secolare, monumento della natura, è minacciata dalla costruzione di una tangenziale, a Castelvetro Piacentino.